Tu sei qui

Cittadella - Camminiamo insieme ai popoli per costruire la pace

Si può continuare a partecipare a una marcia nazionale senza provare a fare qualcosa nel proprio paese, nella propria città?
È con questo spirito che è nata l'idea di realizzare la prima marcia della pace cittadina qui a Cittadella, grazie allo sforzo organizzativo di varie associazioni tra cui Incontro fra i popoli, Banca del tempo, Una proposta diversa, Oltre le mura, Filarmonica cittadellese Lega Ambiente e, non ultimi vari docenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado della città.
Un po' alla volta, quasi come il classico sasso lanciato nello stagno estende le sue onde molto ma molto più in là delle sue modeste dimensioni, l'idea ha coinvolto quasi 500 persone lo scorso sabato 9 ottobre.  Radunatesi alla vigilia della ben più nota “Marcia della pace Perugia Assisi” (che proprio quest’anno compiva 60 anni dal suo primo evento), si è tentato anche qui di riflettere camminando su come poter declinare la pace negli ambiti concreti della nostra vita, dal mondo dell'educazione a quello della sanità, alla realtà dell'ambiente ed infine alle relazioni internazionali.
Ad ogni tappa si univano una parte riflessiva, alcune testimonianze di chi vive l'esperienza nel campo, la voce dei più piccoli della scuola media attraverso la lettura di piccoli testi lasciati nei loro segnalibro, ed infine una canzone guidata da un solista che i ragazzi della scuola Pierobon hanno cantato camminando.
E proprio i ragazzi sono stati anche protagonisti dell'iniziativa invitando gran parte delle persone radunatesi, attraverso delle iscrizioni con biglietti numerati e con nome e cognome, quasi a significare che per costruire la pace bisogna metterci la faccia, bisogna metterci il proprio impegno e non soltanto accontentarci a fare una passeggiata in un soleggiato pomeriggio d'autunno.
Sì proprio così, anche il tempo e forse Qualcuno più su delle nuvole ha voluto mettere il proprio sigillo sulla manifestazione, regalandoci un fantastico pomeriggio di sole all'interno di due settimane piene di pioggia e nuvole.
Un altro dei regali della giornata è stata la presenza di Rai 3 regione che con il suo piccolo ma incisivo spot ha esteso l'eco dell'evento ben oltre le dimensioni cittadine.
Il messaggio finale dell'intera manifestazione si può riassumere nello slogan che intitolava la marcia: "camminiamo insieme ai popoli per costruire la pace". Solo con un impegno fattivo a prendersi cura (I CARE), a costruire piccoli ponti di umanità tra di noi, con ogni persona che incontriamo, con un'attenzione particolare ai più poveri e ai più dimenticati, possiamo realmente vivere in Pace, estendere la Pace attorno a noi e contemplarla finalmente nel cammino dei popoli nella storia.

Sito realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web - Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia; rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-3.0 Unported di Creative Commons.